Villa unifamiliare - Mascalucia
Carmelo Sapienza
« Torna indietro

Il Progetto Botticelli è un progetto innovativo atto a realizzare un edifico che oltrepassa il concetto NZEB  dello Zero Energy  per traguardare l’obiettivo di un edificio attivo  Energy plus.

Realizzato  in provincia  di Catania, sulle pendici  dell’Etna, nel comune di Mascalucia a 500m slm, prende il  nome dall’omonima  via  intitolata al pittore Sandro Botticelli.

L’edificio,  pensato come progetto pilota  per l’intera Sicilia, è una villetta  unifamiliare  “All Electric" progettata  e realizzata  secondo il protocollo  Passiv Haus (Darmstadt)  e Casaclima Gold (Agenzia Casaclima BZ).

Attraverso la  produzione di energia da fonti rinnovabili ed  impianti innovativi  il progetto Botticelli può essere considerato il primo esempio di Casa Attiva della Sicilia  in cui  i  fabbisogni energetici  sono  superati  dalla produzione, permettendo quindi all’abitazione di diventare  produttore di energia  piuttosto che consumatore.

Il  Progetto Botticelli, sviluppato in collaborazione con il gruppo eERG  del Politecnico di Milano e con il  dipartimento  DICA dell’Università  di Catania, ha lanciato la sfida di implementare i protocolli già esistenti (CasaClima, Passiv Haus, Minergie) in un contesto  di  clima mediterraneo , adottando  anche un modello  progettuale di calcolo   in  regime  dinamico ove  la gestione  delle alte temperature  è  il problema principale da affrontare.

L’edificio è  certificato  CasaClima Gold  e Passiv Haus Institute.

Il  progetto  è stato curato dallo Studio Associato   SAPIENZA & PARTNERS  con un approccio  che integra  aspetti  architettonici , bioedilizia, efficienza  energetica e sostenibilità  ambientale. 

Il progetto architettonico è basato  sulla reinterpretazione in chiave contemporanea  della casa rurale siciliana. Gli aspetti fondamentali tradizionali sono   reinventati  secondo le esigenze e le tendenze architettoniche  contemporanee.

L’efficienza energetica è stata garantita attraverso una progettazione particolarmente attenta.

Nello specifico, l’intero involucro è stato isolato utilizzando pannelli in lana di roccia per le diverse applicazioni: 30 cm per la copertura ventilata e 20 cm per il sistema a cappotto. Inoltre si è provveduto alla coibentazione del primo solaio al fine di limitarne le dispersioni, attraverso l’utilizzo di pannelli in lana di roccia dello spessore di 10 cm.

La scelta del sistema di isolamento è stata abbinata ad un’attenzione alla risoluzione dei ponti termici.

Per quanto riguarda gli infissi, sono stati scelti elementi ad alte prestazioni, correttamente posati attraverso l’utilizzo di un sistema monoblocco.

Ad una progettazione efficiente dell’involucro opaco e trasparente è stato abbinato l’utilizzo dei seguenti sistemi impiantistici: una pompa di calore aria-acqua per compensare i fabbisogni di climatizzazione dell’edificio, un impianto di ventilazione con recupero entalpico del calore ed un sistema geotermico con scambiatore interrato per il pre-trattamento dell’aria immessa.

Inoltre, la produzione da fonti rinnovabili ha previsto l’installazione di un sistema fotovoltaico e di un solare termico.

Il progetto Botticelli ha infine previsto l’adozione di un apposito impianto di monitoraggio e gestione  controllo  domotico.

I temi della sostenibilità ambientale sono stati affrontati con vari accorgimenti, tra cui il  recupero  delle acque piovane  e il riciclo delle acque grigie, azzerando così l’utilizzo di acqua potabile.

Il Progetto Botticelli  è  parte  del  progetto Europeo  PASSReg, in collaborazione con il Passiv Haus Institut, il Politecnico di Milano - gruppo eERG, la Regione  Siciliana ufficio Energy Manager e la Provincia regionale di Catania per la divulgazione e la diffusione di edificio PASSIV HAUS intelligenti  di nuova generazione  in conformità alle direttive Europee  NZEB  Zero Energy Building.

A-CLASS Bureau

  Login      Registrati